Zucchero e dolcificante: sfatiamo qualche mito

Da sempre, quando siamo al bar, il nostro più profondo incubo è quello di zuccherare le nostra bevanda, calda o fredda che sia, con qualcosa che non le faccia assumere un saporaccio, ma allo stesso tempo che non faccia assumere a noi una forma sferica.

Le alternative?

Spesso chi vuole evitare lo zucchero raffinato per ragioni legate alla linea, ma anche – e soprattutto – alla salute in generale, dato che spesso questo viene trattato con chimici per un risultato più “candido”, si autoconvince che lo zucchero di canna faccia una grossa differenza. Sbagliato: spesso infatti dobbiamo assumere una dose maggiore per ottenere lo stesso risultato di una bustina di “raffinato”. Inoltre, a meno che il nostro barista di fiducia non sia un purista del bio, anche in quello di canna troveremo additivi per coprire l’odore di tostato e la sensazione di appiccicaticcio propria del cosiddetto turbinado (lo zucchero di canna estratto con centrifugazione).Bustine-blu

Una soluzione, tanto inaspettata quanto economica, è quella di ridurre il quantitativo stesso di dolcificante, utilizzando ad esempio Dietor.

Pare infatti che la nuova formula sia stata ulteriormente migliorata rispetto alla precedente con l’adozione dell’eritritolo, un dolcificante innovativo, naturalmente presente nella frutta e nei cibi fermentati, che non apporta calorie. Troppo bello per essere vero? Non finisce qui.

Oltre ad una gamma di prodotti naturali come Cuor di Stevia (o Cuordistevia per i più appassionati del mondo erboristico), infatti, Dietor ha raggiunto nei suoi 40 Anni di Dolcezza una sorta di “forma perfetta” in termini di quantità e qualità del prodotto. La nuovissima formula è di fatto già stata distribuita ovunque, ed è composta, oltre che dal già menzionato Eritritolo, anche dalla Saccarina, per un risultato mai raggiunto prima di 0 calorie per dose (solo 0,8 grammi!).

Dulcis in fundo: nessun retrogusto, nessuna modifica al nostro caffellatte, se non in meglio, in quanto dolce al punto giusto.

Tutte le informazioni sono reperibili anche sulla pagina Facebook ufficiale o sul profilo Twitter (hashtag #1momentodidolcezza).

A quanto pare, abbiamo trovato la pace dei sensi: vale la pena di provarlo!
Buzzoole

Antonio De Palma è l'uomo di casa su Lovvy.it. Come tutti gli uomini che si rispettino, è lui a portare i pantaloni e ad aver deciso di gestire la rubrica "Tempo Libero" . Ora deve scappare, altrimenti se viene beccato dalle donne a bivaccare, se la vede brutta.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *