Un viaggio all’insegna dell’avventura: il Perù – Lovvy.it

Un viaggio all’insegna dell’avventura: il Perù


(photo credits: toddadams.net)

– Sembra di vivere in un film!

– Caspita, la tua vita assomiglia ad un romanzo.

– Che storia affascinante la vostra, sembra uscita da un telefilm in rosa.

Se avete pronunciato queste parole almeno una volta, inutile negarlo, siete dei veri romantici innamorati della vita e di tutto ciò che di bello esiste sul nostro pianeta. Magari sognate di fare un viaggio, ed avete in mente sentieri scoscesi e pendii mozzafiato sul quale l’uomo non ha messo piede per centinaia di anni; il tutto, possibilmente, senza rischiare di rovinarsi la vacanza. A quanto pare questa esperienza da sogno esiste, e si chiama Perù.

Meta ancora poco conosciuta anche dai più mondani ed abituali viaggiatori di tutto il mondo, questo rigoglioso ed immenso lembo di pianeta al centro-ovest dell’America Latina è stato teatro di sanguinosi rivolgimenti tra tribù e clan dei quali sappiamo poco o nulla, anche a causa della mancanza di informazione nei programmi delle scuole occidentali. In Perù le civiltà di epoca precolombiana e pre-inca svolgevano attività di caccia tra montagne ed altopiani come non ce ne sono nel resto della Terra, basti guardare al Machu Picchu, che da solo attrae la maggior parte dei turisti stranieri, i quali scelgono sempre più di trascorrere qui le loro vacanze a scopi culturali (ben l’86%).

Recentemente è stato realizzato un bellissimo spot, quasi un cortometraggio, che ha richiesto decine di giorni di girato e meticolosissima cura per i particolari (ad esempio riguardo ai costumi, ma anche alla somatica degli attori) al fine di ricreare alla perfezione l’atmosfera presente in luoghi contraddistinti da una certa sacralità storica, quali i cinque siti Chiclayo/Trujillo, Kuelap, Nazca/Paracas, Lago Titicaca e Cusco/Machu Picchu.

Al quarto posto dopo Francia, Italia e Israele per la classifica “Patrimonio e Cultura”, la campagna denominata “Perù: impero dei tesori nascosti” ha ormai fatto il giro del mondo anche grazie all’attenta supervisione di esperti archeologi come Bruno Alva (figlio di Walter Alva, scopritore del “Signore di Sipan”): per chi non lo conoscesse ancora,  si tratta di colui che dal 2001 porta avanti il lavoro di interpretazione dell’iconografia peruviano-precolombiana, riflessa nella decodifica dell’abbigliamento ispanico e in un gran numero di pittogrammi e sculture.

Adesso vi lasciamo al video, sperando di aver piantato una bella idea nel vostro vasetto delle vacanze. Fateci sapere cosa ne pensate e, se visitate il Perù, tornate pure a trovarci per descriverci le vostre emozioni.

Articolo sponsorizzato

Antonio De Palma è l'uomo di casa su Lovvy.it. Come tutti gli uomini che si rispettino, è lui a portare i pantaloni e ad aver deciso di gestire la rubrica "Tempo Libero" . Ora deve scappare, altrimenti se viene beccato dalle donne a bivaccare, se la vede brutta.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *